Caffè amaro: genuino e salutare

Caffè amaro: genuino e salutare

Per qualche ragione sconosciuta, molti italiani pensano che il caffè amaro provochi dei danni alla nostra salute. Per questo motivo, la maggior parte delle persone, preferisce arricchirlo con un po’ di zucchero o di latte, dovuto anche al sapore forte generato da un caffè espresso bevuto completamente “al naturale”. Il problema è che dolcificando il caffè si annullano le proprietà dello stesso, che, al contrario di come si potrebbe pensare, sono tutt’altro che maligne, anzi, si rivelano utilissime per il nostro organismo, influendo sul processo metabolico. Ma vediamo, nello specifico, in cosa consistono questi benefici. Il caffè amaro fa male? Smentiamo i luoghi comuni Il caffè espresso possiede molti benefici che, però, non vengono sfruttati dalla maggior parte delle persone amanti di questa bevanda. Prima di tutto, avrete sicuramente sentito dire che bevendo un caffè non zuccherato se ne possono apprezzare maggiormente le qualità. E questa non è una comune diceria, infatti, man mano che il nostro palato si abituerà al gusto forte, sarà sempre più in grado di distinguere le diverse qualità di caffè e saperne apprezzare maggiormente gli aromi. Anche se inizialmente il sapore risulterà troppo amaro, soprattutto se si è abituati a zuccherarlo molto e, magari, aggiungerci un po’ di latte, è tutta questione di abitudine e vedrete che, con un po’ di “allenamento”, riuscirete anche voi ad apprezzare l’aroma intenso di questa bevanda. Passando ai veri benefici del caffè bevuto senza alcun dolcificante aggiuntivo, iniziamo col dire che la caffeina, di per sé, produce energia nel nostro organismo, per questo è sconsigliato farne un uso eccessivo. Ma, se dosata nelle giuste quantità, è utilissima per riattivare il nostro cervello e il nostro fisico e ricevere, immediatamente, un maggiore afflusso di energie.

Questo avviene tramite un processo durante il quale la caffeina stimola i ricettori nervosi, che, per una conseguente reazione, producono le catecolamine, che aggrediscono le cellule grasse. Di conseguenza, assumere regolarmente del caffè, potrebbe aiutarvi nella vostra dieta, contribuendo a farvi mantenere un peso forma ideale, eliminando i grassi in eccesso.
In pochi sono a conoscenza di questo enorme beneficio e ancora meno lo sfruttano veramente. Questo perché, bevendo del caffè accompagnato da zucchero, latte, cioccolato o altri carboidrati, non si fa altro che contrastare le proprietà benefiche della caffeina. Infatti, se questa è in grado di distruggere le cellule grasse, i carboidrati attivano l’insulina, causa dell’aumento delle stesse. Il che si traduce in un annullamento degli effetti benefici.

È consigliato assumere un caffè amaro la mattina appena svegli e lontano da ogni pasto, compresa la colazione, per poter beneficiare completamente delle sue “proprietà dimagranti”.